CONTACTS

+39 05529375

Mail

Clessidra AB / Giorgio Andreotta Calò, 2013 / 2014

Giorgio Andreotta Calò crea azioni e sculture che operano a livello fisico immediato suscitando reazioni sensoriali nello spettatore, ma che ad un secondo sguardo offrono una dimensione narrativa capace di catturare il passare del tempo nella staticità della materia. La sua ricerca si articola attraverso un sofisticato rapporto tra naturale ed artificiale, tra entropia, lavorazione artigianale e ricerca teorica, in cui tecniche tradizionali come il bronzo si trasformano in pratiche contemporanee capaci di mettere in discussione l’idea stessa di monumento. Clessidra nasce da un tronco corroso dalle maree nella laguna veneziana in cui l’acqua viene evocata dall’aspetto simmetrico dell’opera che sembra rispecchiare se stessa. Come spesso nel suo lavoro le opere si generano da un gesto, quello di catturare in bronzo l’ultimo momento del processo di corrosione, quello che precede la frattura tra le due parti del tronco. In questo modo il titolo clessidra evocando il passare del tempo non si relaziona soltanto alla forma scultorea ma alla sua natura, trasformando in concettuale la dimensione formale dell’azione scultorea.